SEGUICI E CONDIVIDI

In questa pagina vengono pubblicati i pensieri e le considerazioni delle persone su tematiche che riguardano l’essere umano e in particolare il periodo odierno che stiamo vivendo. Si prega di inviare il vostro materiale cliccando sulla scritta Email in fondo alla pagina del sito a questo indirizzo: invioarticoli@tuttocovid.com, sarà poi cura della nostra redazione provvedere dopo i dovuti controlli e nel più breve tempo possibile a pubblicare il materiale ricevuto.

19-09-2021

Una studente universitaria ci invia uno scritto da lei inviato con messaggio whats up agli amici universitari. E’ un sentito invito a promuovere il referendum contro l’obbligo del green pass.
So che voi tutti probabilmente avrete anche altro a cui pensare. Non voglio sollevare polemiche o discussioni, vi chiedo solo 2 minuti del vostro tempo.

📯📯——————————————-📯📯

È stata ufficialmente formalizzata una richiesta di *REFERENDUM ABROGATIVO* delle disposizioni sul *GREENPASS*. La raccolta delle firme inizierà da oggi 18 settembre e si concluderà il 30 ottobre.

Sarà possibile *FIRMARE* ✍🏼 sia *ONLINE* che in *STRADA* presso gli appositi banchetti. Le informazioni su COME e DOVE firmare saranno reperibili su questo sito:
www.referendumnogreenpass.it

📯📯——————————————-📯📯

Aldilà delle opinioni personali sulla validità del vaccino, vi chiedo di riflettere sulla realtà politica e sociale che si è creata: il greenpass è un *INSULTO* ai diritti sanciti dalla Costituzione.

Basti pensare al *diritto allo STUDIO*, che dovrebbe essere garantito a tutti senza alcuna distinzione. Invece, sebbene farsi il vaccino sia (e debba restare) una SCELTA personale, la possibilità di frequentare in presenza viene offerta solo a chi decide di farlo, visto che non tutti hanno le possibilità economiche per farsi tamponi tutto l’anno (sarebbero 30 euro ogni 4 giorni, oltre alle onerose tasse universitarie che abbiamo pagato per un anno, senza poter usufruire di alcuna struttura e che continueremo a pagare nei prossimi anni). Vi chiedo solo di pensare a come vi sentireste se la situazione fosse ribaltata: se chi sceglie di vaccinarsi non potesse frequentare in presenza proprio per questa sua scelta, e fossero invece i non vaccinati ad avere questo diritto, allora vi sentireste discriminati? Se anche solo una piccola parte di voi lo pensa, allora vi prego di lasciare una firma.

Se la violazione del diritto allo studio non è abbastanza, allora pensate all’articolo 1 della Costituzione, che recita “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. Ecco! Il *diritto al LAVORO* non è più garantito. L’obbligo vaccinale, perché di questo si tratta, è stato imposto ai lavoratori una categoria alla volta. Chi non era obbligato a vaccinarsi non ha combattuto per chi invece si trovava di fronte ad un bivio: da un parte la libertà di scelta e dall’altra la possibilità di sostenere economicamente una famiglia o se stesso. Ma piano piano tutti i lavoratori o quasi hanno dovuto confrontarsi con questo ricatto. C’è chi ha tenuto la testa alta, ma altri non ne hanno avuto la possibilità. Quello che chiedo è quindi di dare a loro la solidarietà che prima quasi nessuno ha saputo mostrare.

📌————————————————📌
*NON CHIUDETE GLI OCCHI* solo perché vi sembra che non vi tocchi in prima persona. Guardate il quadro generale e poi decidete se queste per voi sono libertà e giustizia. Insieme possiamo fare la differenza




13-09-2021 FLAVIO BIANCHI


Chi mi minaccia con la scienza dell’obbligo, con la chimica del dovere, con la genetica a tutti i costi, sappia che ritengo “l’obbligo” il contrario di “necessario”. Quando si arriva alla coercizione e quando qualcuno pensa che l’obbedienza sia una virtù, si ricordi del vecchio proverbio arabo: “Puoi portare un cammello alla fonte, ma non puoi costringerlo a bere”. Si ricordi che ricompense e punizioni, sono la forma più bassa di educazione. Cari beoti della coercizione liberale, i diritti individuali non sono soggetti al voto pubblico. Una maggioranza non ha diritto di votare per togliere i diritti di una minoranza; la funzione politica dei diritti è precisamente quella di proteggere le minoranze dall’oppressione delle maggioranze.
Un diritto non è ciò che ti viene dato da qualcuno…è ciò che nessuno può toglierti…diceva qualcuno. E Goethe diceva: “Nulla è più ripugnante della maggioranza, giacché essa consiste in alcuni forti capi, in bricconi che si adattano, in deboli che si assimilano, e nella massa che trotta dietro senza sapere minimamente quello che vuole.” Quando si arriva alla criminalizzazione del dissenso, al Catechismo del pensiero unico, quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere.




02-09-2021 P. C. I NO VAX MORTI DI COVID.

I mass media, sadicamente e con un senso di gioia a stento repressa, esaltano le notizie di persone no vax morte di covid. In realtà, quando un no vax muore di covid, non c’è nulla di sorprendente: è stata una sua scelta preferire di rischiare di morire di covid anzichè di vaccino (e non è detto che vaccinandosi non sarebbe morto ugualmente). La cosa strana, sarebbe invece se un no vax morisse di vaccino! Questo sarebbe veramente inaccettabile, ed è quello che succederà se il vaccino dovesse diventare obbligatorio. Chi risarcirà coloro che sono stati obbligati a vaccinarsi, non avendo nessuna intenzione di farlo, nei casi di morte o reazioni avverse gravi, invalidanti?




23-08-2021 LUIGI BIRIKKIN0

Questo è il farmaco che molto frequentemente in questo periodo viene prescritto tacitamente dai medici a pazienti anziani vaccinati che presentano forme di trombosi e carenza di circolazione sanguigna dovuta a coaguli. Premetto che queste persone prima di vaccinarsi non avevano mai avuto simili problematiche sorte improvvisamente dall’oggi al domani con gonfiori agli arti inferiori od in alcuni casi oculari…
Anche oggi ho assistito a due ennesime prescrizioni di questo farmaco specifico dopo visita medica e su persone che ribadivano al proprio medico di non aver mai sofferto di quanto gli veniva diagnosticato… Il medico annuendo prescriveva il farmaco senza dire ol
tre…




09-08-2021 DANIELE

Buongiorno a tutti.

Sono Daniele (un anonimo cittadino italiano della provincia di Udine) che, apprezza molto la vostra integrità professionale, dedizione e duro impegno e che, attraverso le vostre penne se non i vostri microfoni, desidererebbe tanto sentire lanciare un sincero ed accorato appello a tutto il popolo italiano, semplicemente perché: “batta un colpo!”, dimostrando così quello scatto d’orgoglio che negli ultimi decenni (purtroppo) fa sentire solamente in occasioni da stadio. Ma… perché no per difendere la propria sovranità e libertà?

In un momento così cruciale, è di vitale importanza dimostrare tutti in maniera pacifica ma… veramente tutti quanti: inoculati con pass e non, da quale parte stiamo.

Se le nostre strade di colpo non avessero più semafori e stop… in che caos andremmo incontro? E dunque, senza il pieno rispetto delle regole e così della nostra Carta Costituzionale italiana in che caos stiamo andando incontro dopo un anno e mezzo? Perché dunque con orgoglio, noi popolo italiano non la onoriamo noi stessi per primi la Costituzione italiana e ne pretendiamo il completo rispetto da parte di tutti semplicemente esibendola in ogni dove ed in ogni occasione?

Perché allora non esporla e metterla in bella mostra in tutte le categorie di attività senza distinzione alcuna e, magari, messa ancor meglio in evidenza unitamente al nostro tricolore italiano fino alla totale e completa sua riapplicazione?

Potremmo, perché no, anche appendercela al collo, come sono state impropriamente proposte e seguite da molti fino ad ora moltissime altre ignomie… per manifestare in questo modo inequivocabilmente il nostro orgoglio di cittadini italiani.

Mettiamo dunque alla prova pacificamente il nostro orgoglio di popolo italiano che non desidera altro che rispettare ed onorare le proprie regole di comportamento costituzionale.

Il tempo stringe… facciamo tutti la nostra parte:          UNITI e non divisi!

Se vi è una discriminazione da farsi, non è fra inoculati con pass e non, bensì: tra chi onora e rispetta la Costituzione e chi invece l’ha tradita e continua a calpestarla ad oltranza!

È l’unione che fa la forza e non la divisione. È giunta l’ora di dire BASTA a questo scempio!

È VITALE RITROVARE LA NOSTRA SOVRANITÀ E LIBERTÀ: I TIRANNI NON CREANO LA TIRANNIA…. È LA NOSTRA OBBEDIENZA CHE LO FA!   E NOI SIAMO IN MAGGIORANZA!

Cominciamo dunque noi tutti insieme ed uniti a rispettarla ed onorarla portando l’esempio a chi invece non lo sta affatto facendo benché, per professione, in molti ne abbiano solennemente giurato fedeltà ad essa.       È così semplice!

ANDIAMO AL SODO e… FACCIAMO TUTTI QUANTI LA NOSTRA PARTE!

Essere o non essere… vivi, sani e liberi:     questo è il problema!

Il grido unanime di ogni vero italiano deve essere: IO STO CON LA COSTITUZIONE!

Il segreto della felicità è la libertà, il segreto della libertà è il coraggio (Tucidide)

Grazie a tutti voi per accogliere e promuovere in ogni modo e situazione questo modesto e popolare suggerimento.

Vi abbraccio tutti con affetto.

Daniele da Udine

P.s.:

A proposito… Occhio alle simulazioni del Cyber Polygon che… prevede la deriva della piegazione definitivamente dei popoli… dalla Paura e clima di terrore creata, alla ignoranza inculcata dai canali TV e giornali maintream, non ultimo… ma non meno importante… riportando la situazione reale che non si vada a finire alla fame… terzo ed ultimo passo per la piegazione definitivamente di un popolo con: l’interruzione dell’erogazione dell’energia elettrica per un periodo di tempo non ben definito dovuta ad un attacco acker…




06-08-2021 LUIGI BIRIKKINO

Lavoro in un settore del Sociale dove ogni giorno vengo viso a viso con persone anziane, disabili in difficoltà. Questa mansione non l’ho mai interrotta, nemmeno nei momenti più oscuri o tragici dell’epoca COVID 19. Personalmente mi sono distanziato da prese di posizione pro o contro vaccini perchè dentro ci ho riscontrato il contrario di tutto il contrario, quindi ho deciso di farmene un’opinione mia seppur sterile e non certificata ma vivamente umana. Devo dire che, come già da molto tempo, continuo a non ascoltare informazioni derivanti da TV, giornali, WEB, dibattiti interviste o quant’altro possa essere disinformazione o manipolazione, io ascolto persone che trasporto giornalmente da anni e che conosco molto bene. Persone che mi confidano i loro malesseri e le nuove patologie che gli sono sorte dopo essersi vaccinati, come trombosi, coaguli, dilatazione di capillari, ematomi sulle gambe e molti affaticamenti fisici dopo appena cento metri a piedi… Il denominatore comune é la circolazione sanguigna rallentata… Sono persone che conosco e trasporto da anni e quando mi raccontano ciò gli accade oggi hanno un’aria mesta triste e rassegnata…Tanti mi dicono che non lo rifarebbero, altri che hanno accontentato decisioni parentali, altri ancora lo hanno fatto per essere ligi al dovere, con fiducia verso il Governo, ma oggi tutti si sono ricreduti su queste motivazioni perché hanno capito che gli hanno raccontato molte bugie e la cosa più grave è quella di non capirne il perché di tutto questo…




25-02-2021 COVID E SISTEMA IMMUNITARIO Un nostro lettore ci scrive…

Il covid avrebbe dovuto contribuire a familiarizzare, con un meccanismo formidabile di cui la natura ci ha dotati; il nostro sistema immunitario; ma invece è rimasto la cenerentola della situazione.
Avete mai sentito parlare, di una indagine mirata a rilevare. lo stato del sistema immunitario di chi si è infettato?
Ma avrete sicuramente sentito elencare il numero degli asintomatici rilevati e dei defunti per covid.
Definizioni molto approssimative e prive di valore!
Per gli asintomatici, è sufficiente un tampone farlocco, a dichiararlo infetto (anche in assenza di sintomi)
(“dimenticando” che i tamponi, sono oggetti di cui non è mai stata definita la reale affidabilità). I defunti per covid risultano spesso essere persone decedute in realtà per altre malattie, e solo positive al covid senza che questo sia stata la causa del decesso.
Da quanto allego, si può vedere, in modo inequivocabile, l’estrema approssimazione del procedere, in merito alle indagini sul nostro sistema immunitario.
I linfociti sono parte costituente, il nostro sistema immunitario ma, quando si rileva un valore basso, ad esempio, 30,4% dice poco o nulla in quanto, i linfociti esaminabili sono ben 21 diversi.
Un esame solo appena un po’ critico, può far sorgere una perplessità. Ma 30,4% cosa può voler significare? Se alcuni linfociti  sono bassi e altri invece sono alti, la media dà un valore che viene considerato adeguato?
E’ un’estrema superficialità, questo modo di procedere, che non può fornire sicuramente indicazioni utili! Non è accettabile, quando si vuole indagare in modo scrupoloso, sullo stato del nostro GRANDE sistema di difesa, difesa contro virus e intrusi che possono insidiare la nostra salute.
Il “roboante” recente annuncio del San Raffaele, conferma quello che il “modesto” prof. Saverio Imperato, da tempo conosce e cerca di promulgare; ha pubblicato una foto al microscopio, estremamente significativa, seguita dodici anni dopo da analoga pubblicazione (film) dell’università di Cambridge.
Il nostro sistema immunitario che, la “scienza medica” con i suoi protocolli devasta con chemio e radioterapia, è il nostro sistema di difesa contro malattie importanti  che, al momento vengono trattate con terapie che sono prevalentemente motivo di business.
Se i danni della chemio e radio terapia, si limitassero alla devastazione del sistema immunitario, cosa già da sola gravissima, potrebbe essere poco accettabile ma, se inoltre rendono dolorosa la vita del paziente è un’azione criminale e sconsiderata!
L’annuncio del S.Raffaele
http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2016/02/16/news/tumori_da_ricerca_italiana_cellule_killer_contro_il_cancro-133545187/
 
L’università di Cambridge ha pubblicato, alcuni anni fa,  un filmato in cui si vedono i linfociti NK (macrofaci) assalire e divorare le  cellule cancerogene.
Ma se di quel valore 30,4% i macrofagi sono insufficienti?
Se questo è il normale procedere, la “scienza medica” necessità di un robusto aiuto, ma non finanziario, bensì di conoscenze !




28-10-2020 FOLLIA GLOBALE P. P.

Abbiamo iniziato il terzo millennio ormai da vent’anni e in questo questo piccolo lasso di tempo cronologicamente parlando è stata una continua escalation del male a danno del bene. Perchè tutto ciò? Di chi è la colpa? Non che il millennio che ci ha da poco lasciato sia stato migliore di questo che è appena cominciato, dove abbiamo assistito nostro malgrado,ad una serie di situazioni gravissime che hanno segnato l’umanità e di cui noi esseri umani ne porteremo per tanto tempo ancora le ciccatrici. Mi riferisco in primis alle due guerre mondiali che hanno lasciato per strada morte e distruzione, alle continue guerre in vari stati del continente africano e in medio oriente, ad atti di puro terrorismo e attentati di ogni genere in tutto il mondo. Oggi lo scenario non è molto cambiato ( le guerre con armi tradizionali ci sono sempre come dicevo poc’anzi purtroppo), ma si si sta andando verso guerre di tipo psico virologiche in cui morirebbero le persone e senza alcun danno materiale (vedi coronavirus) e accompagnate poi da un terrorismo mediatico senza pari con conseguenze sulla psiche umana che potrebbero essere drammatiche specie per le generazioni future. Come dicevo all’inizio di chi è quindi la colpa? Basterebbe riflettere un’ attimo alzare un po’ la testa drizzare le antenne e incominciare per conto proprio la ricerca della verità perchè questa non la si può scoprire solo per sentito dire, è un po’ per fare un esempio banale come se un amico ti dicesse: come è buono questo piatto di pasta e tu da amico gli credi, ma tu non avrai mai la certezza che il tuo amico ti abbia detto la pura verità finchè anche tu non assaggerai quel piatto e quindi la verità appunto la si trova e si sperimenta nel bene e nel male specialmente con le proprie esperienze personali di vita di ognuno di noi. L’umanità si trova ad un punto di non ritorno e dovrà fare un domani non troppo lontano i conti con la propria coscienza e qualcun’ altro….. per ciò che di orribile è stato fatto con scelte e stili di vita scellerati e di cui ne verrà chiesto il conto.

GESU’ CRISTO L’UNICO E SOLO NOSTRO SIGNORE




12.11.2020 ATTACCO AL COVID 19

Il virus COVID 19 non rifiuta la politica in generale, la politica come gioco di conciliazioni, né l’economie monopoliste di gruppi finanziari né il potere totalitario delle Lobby internazionali. Le sue ultime notizie, diramate da primi ministri ed ingegneri dell’alta finanza, ne sono una rivelazione, la manifestazione travolgente del suo spirito borghese. Come ne é la sua partecipazione in sedi pseudo-mediche e farmaceutiche profumate dalle fragranze di rappresentanti delle politiche mondiali e del capitalismo globale.
Concernente una parola di cui il COVID 19 ne rifiuta l’uso corrente : COMPLOTTO.
Prima di tutto, Lui pretende che il suo quadrilatero vicino alle “miserie del mondo” sia il solo scopo della sua forma liberale. Falso ed ingannevole!
Il Liberalismo é la forma d’esistenza del capitalismo nell’epoca della globalizzazione e del dominio totalitario dei capitali più potenti.
La Famiglia del COVID 19 non avrà mai un viso umano!
Inoltre, Lui é ben disposto ad occuparsi dei capitali dal momento che potrà trarne il suo profitto dai nuovi capitali da gestire, ad esempio quelli che potranno generarsi attraverso un vaccino contro Lui stesso.
Niente da dire, un abile stratega manipolatore delle masse!
Lui pretende di parlare agli umili ed ai rivoltosi ma nel suo discorso intello-chic non si indirizza nient’altro che alla sola borghesia “illuminata”, premuroso di lanciare minacce molto terribili. Per minacce s’intendono le parole morte e povertà e nient’altro, poiché per Lui la rivolta degli animi dei più deboli di fronte al suo operato è una sfortuna se nonché un crimine.
Il COVID 19 coordina la parola di quelli che dicono ai più potenti : – Attenzione, siate umani sennò i poveri potrebbero domandarvi di vedere i conti…
In questo Lui santifica e consacra la dominazione e non il suo contrario.
COVID 19 é un programma interno alla dominazione borghese, mirato a soffocare ogni seria presa di posizione o contestazione popolare contro il dominio globalizzato, é il prodotto di un clima politico propizio alle semplificazioni ed all’amnesia sociale.
Il suo obiettivo é quello di soggiogare le masse alla carretta del programma globale, con il fine di rimuovere in esse ogni forma di autonomia. Tutto ciò non é soltanto dimenticare il fatto che, nell’epoca in cui viviamo, colui che sceglie il campo della dominazione globale é un reazionario e soltanto un reazionario ma è soprattutto dimenticare il senso storico e la rivolta di tutti coloro che si oppongono veramente all’intolleranza della situazione mondiale.
Il fatto di non essere d’accordo con un “sistema di idee” proposte dai nostri governanti per far fronte alla pandemia COVID 19, non vuol dire di non collaborare per la riuscita verso una risoluzione, ciò vuol piuttosto significare che laddove voi terminate i vostri discorsi noi continuiamo a porci domande…stimolando il risultato estremo della questione con un impegno sociale puro, privo di qualsiasi posizione politica o soggetta a ricatti finanziari, vale a dire quella che implica l’Essere umano intanto che forma vivente pensante e tutti i suoi annessi, compreso quello di esistere e non dunque quello di essere soppressi socialmente e biologicamente attraverso mediazioni e regole politiche economiche e finanziarie imposte a mezzo di decreti e leggi che si ordinano in una “soluzione di finalità”.
In questo momento la legge del silenzio persiste ed insiste nelle strade, nelle piazze e nei nostri cuori…i volti sono celati da bende e vergogne…
Viene dissimulato il nostro Avvenire !
Viene mistificato nostro Divenire !
Viene camuffato il nostro Presente !
Questo è un incontestabile crimine contro l’Umanità!
É tempo di decidersi a dire NO in mezzo a tutti quelli che dicono SI per paura, vigliaccheria o lassitudine.
Aprite le vostre finestre e dite NO al mondo intero, solo così si potrà vincere il terrore.
Ascoltavo le parole sbattere nel ventre, tutt’intorno c’era la confessione del peccato nel passo del tempo avanzato.
Le mie iridi allattavano la luce, mentre le parole andavano verso la porta, trasportando le vostre ombre verso la sorgente loro ceneri.




19-11-2020 DESTINAZIONE FUTURA LUIGI BIRIKKINO

Immagina di esser nato nel 1900. Quando hai 14 anni
inizia la prima guerra mondiale
e finisce quando ne hai 18
con 22 milioni di morti.

Poco dopo, una pandemia mondiale,
una influenza chiamata “spagnola”,
uccide 50 milioni di persone.
Ne esci vivo e indenne,
hai 20 anni.

Poi a 29 anni sopravvivi alla crisi economica mondiale iniziata con il crollo della borsa di New York, provocando inflazione, disoccupazione e carestia.

A 33 anni i nazisti arrivano al potere.
Hai 39 anni quando inizia la Seconda guerra mondiale
e finisce quando hai 45 anni. Durante l’Olocausto (Shoáh) muoiono 6 milioni di ebrei.
Ci saranno oltre 60 milioni di morti in totale.

Quando hai 52 anni inizia la guerra di Corea.

Quando hai 64 anni inizia la guerra del Vietnam e finisce quando hai 75 anni.

Un bambino nato nel 1985 pensa che i suoi nonni non abbiano idea di quanto sia difficile la vita,
e invece sono sopravvissuti a diverse guerre e catastrofi.

Un ragazzo nato nel 1995 e oggi di 25 anni pensa che sia la fine del mondo quando il suo pacco Amazon richiede più di tre giorni per arrivare o quando non ottiene più di 15 ′′ likes ′′ per la sua foto pubblicata su Facebook o Instagram…

Nel 2020 molti di noi vivono nel comfort, abbiamo accesso a diverse fonti di intrattenimento a casa e spesso abbiamo più del necessario.

Ma le persone si lamentano per ogni cosa.
Eppure hanno elettricità, telefono, cibo, acqua calda e tetto sulla testa.

Nulla di tutto questo esisteva in passato.
Ma l’umanità è sopravvissuta a circostanze molto più gravi e non ha mai perso la gioia di vivere.




23-11-2020 STRAVOLGIMENTO DI VITA TOTALE (Anonimo)




Ti piace questo sito? Spargi la voce e condividi, grazie.