13.11.2020 PERCHE’ IL COVID?
“Perché il covid?” è la domanda più importante, alla quale tuttocovid.com cerca di rispondere nel modo più approfondito e documentato possibile. E’ la domanda fondamentale perché, mentre l’emergenza coronavirus prima o poi finirà, l’emergenza democratica, l’emergenza dei diritti delle persone, che sono stati soppressi in questo periodo, potrà protrarsi ben più a lungo, usando il covid-19 come una rampa di lancio, uno strumento fondamentale, per arrivare al nuovo ordine mondiale (in inglese new world order, n.w.o.).
Su televisioni e giornali del mainstream, l’argomento viene sempre deriso, relegando il new world order alla stregua di tesi “complottiste”, senza alcun fondamento, tali da suscitare ilarità ai ben informati del pensiero unico (e molto male informati sulla realtà dei fatti che stanno accadendo).
Per chi ascolta per la prima volta le tesi sul nuovo ordine mondiale, la prima sensazione è di sorpresa, in quanto si tratta di temi interessanti ma che stranamente nessuno ha mai discusso in televisione o sui giornali, mentre la seconda sensazione è di scarsa credibilità: sembra di ascoltare discorsi di fantapolitica, ipotesi totalmente irrealistiche e irrealizzabili (soprattutto quando si “stringe” molto l’argomento). Però, iniziando ad informarsi con un certo criterio logico, si scoprono presto i primi “mattoni” del nuovo ordine mondiale, che sono già stati sistemati nello scacchiere mondiale: le persone che sono state messe in tutti i più importanti posti di comando nel mondo da alcuni soggetti ben noti, le cosiddette elites finanziarie (si legga per ogni chiarimento in merito lo splendido libro “La Matrix Europea”, di Francesco Amodeo, con ampie sintesi dello stesso autore in video pubblicati su internet e anche sul nostro sito); poi la globalizzazione, fatta passare negli ultimi tre decenni, da tutti i mass media e dai governi europei e americani, come una via obbligata per avere maggiore ricchezza nel mondo (si, la loro ricchezza …, non certo quella dei normali cittadini); ed infine, quando i tempi erano ormai maturi, ecco la pandemia, già annunciata fin dal 2014 dai cosiddetti “complottisti”, così preannunciata che solo un ebete potrebbe credere che il virus sia nato dal mercato del pesce di Whuan o si sia diffuso casualmente.
A livello geopolitico, questo piano è stato contrastato dall’ascesa alla presidenza americana di Donald Trump, che era riuscito incredibilmente a sconfiggere Hilary Clinton, la candidata delle elites finanziarie, appoggiata da tutti i mass media, mentre lui era deriso e osteggiato in tutti i modi.
Adesso, con la vittoria di Biden, anche questo anello si è ricomposto: restano solo alcuni baluardi di contrapposizione, che sono la Russia di Putin e altri Paesi minori quali la Polonia, mentre le istituzioni europee sono interamente coinvolte nel progetto.

Il piano del nuovo ordine mondiale è quindi ora pronto a dispiegarsi con tutte le sue nefaste conseguenze, partendo dalla crisi economica, provocata dai lock down, fatti passare come l’unico modo per contrastare efficacemente il virus, ma che hanno in realtà il primario compito di far crollare le economie dei Paesi occidentali, per favorire l’estensione del modello sociale cinese, allo stesso tempo dittatoriale ma con economia capitalista, a tutto il mondo. I passi successivi sono difficili da prevedere, e ci si augura che quello che i “complottisti“ prevedono (crollo delle economie occidentali, creazione della moneta unica mondiale, eliminazione del contante, controllo della popolazione con la tecnologia 5G sul modello cinese, transumanesimo, religione unica mondiale ecc…), non si realizzi. Ma questo potrà avvenire solo se i singoli cittadini saranno in grado di “vedere” i tasselli che vanno a comporre questo mosaico e vi si opporranno, ognuno per il ruolo che possono avere nella società
Tutte queste considerazioni possono sembrare opinioni infondate, però il numero di persone, anche di elevata cultura, che non hanno alcun dubbio sulla sua esistenza, è in costante crescita e sono ormai molti i personaggi ben noti, come per esempio il prof. Alessandro Melluzzi, padre Livio Fonzaga, direttore di radio Maria, il già citato Francesco Amodeo, e tanti altri personaggi meno noti ma che cominciano ad avere un’audience molto alta su internet (si veda la sezione “personaggi scomodi” del sito), che si stanno esponendo e mettono tutto il loro impegno e la propria faccia per allertare le persone di questo eccezionale pericolo che incombe su tutti, ben più grave del covid19.

La Pandemia da coronavirus rappresenta il salto di qualità, l’esplicitazione manifesta del piano per il n.w.o., ed è tesa ad accelerare la sua completa realizzazione nel giro di pochi anni. Il “modello cinese” può essere una buona prefigurazione di questo nuovo mondo, e non sembra proprio un caso se negli ultimi trent’anni, proprio in Cina, sono stati riversati i capitali occidentali e proprio dalla Cina ha avuto inizio la pandemia. Domandiamoci: come mai l’occidente democratico e liberale ha voluto far crescere negli ultimi trent’anni in modo esponenziale l’economia dell’ultimo importante Paese comunista del mondo, in cui vige una dittatura spietata? Cosa accadrà se nel futuro prossimo, anziché combattere contro l’espansione di questo Paese, come stava facendo Donald Trump, verranno aperte le porte dell’occidente all’arrivo dei capitali cinesi, alla loro dominazione su un’Europa e Stati uniti fortemente indeboliti dal punto di vista economico a causa della pandemia?
Ci fermiamo qui, perché vogliamo, in questa sede, solo introdurre il problema. Il consiglio è quello di non “saltare”, nel sito, il menu “Pandemia e n.w.o.” e, per favore, quando sentite parlare di questo argomento, cercate perlomeno di non ridere e di iniziare a riflettere seriamente. La posta in gioco è grande, un bivio per l’umanità che potrà accedere ad un mondo post-pandemia ancora libero e democratico (per quel poco di democrazia che ci era rimasta) oppure ad un mondo completamente nuovo, quello degli uomini senza volto, adesso perché indossano una mascherina, successivamente perché saranno solo numeri, che poche persone manipoleranno a loro piacimento.
Speriamo che tutto questo non accada, ma la vittoria dei si al referendum sulla riduzione del numero di parlamentari, con uno schiacciante 70%, dimostra che la popolazione non ha ancora capito niente di quello che sta accadendo: anche Mussolini, tra i primi atti che fece dopo aver assunto il potere, fu la riduzione del numero di parlamentari.
La battaglia per la difesa dei diritti costituzionali, di tutti quei diritti che configuravano un mondo dei cittadini garantito contro ogni possibile forma di dittatura, è iniziata con l’arrivo della pandemia, la cancellazione di tutti i diritti costituzionali in nome della sicurezza (ogni dittatura garantisce maggiore sicurezza in cambio di una riduzione delle libertà), e un uomo solo al comando, il presidente del Consiglio, con il parlamento esautorato di ogni funzione, se non quella di accettare le decisioni prese altrove, dal presidente del Consiglio o, più probabilmente, da qualcuno che sta sopra di lui e vuole governare il mondo. Non sarà facile tornare indietro, riprenderci tutti i nostri diritti, tornare ad un mondo “normale”. Ce lo hanno già detto: “Dopo il coronavirus, il mondo non sarà più come prima!”; più chiari di così! … Come devono dirvelo? Ci aspetta il mondo nuovo, il nuovo ordine mondiale è in arrivo.
A tuttocovid.com, questo nuovo mondo non piace. Per questo ne denuncia l’esistenza, segnala quali uomini lo stanno portando avanti, segnala gli strumenti che vengono utilizzati per la sua creazione e i possibili sviluppi futuri.
L’argomento viene approfonditamente trattato nella sezione “Pandemia e n.w.o.”, che riveste un ruolo di primo piano tra tutti gli aspetti della vicenda covid 19, esaminati nel sito, perché l’emergenza sanitaria prima o poi, nel giro di qualche anno, finirà, ma il mondo nuovo, il nuovo ordine mondiale, potrebbe teoricamente dominarci per secoli.




Please follow and like us:
Pin Share

Di p f

Verified by MonsterInsights